Crema pasticcera al marsala

..And, in the end, here is the dessert!

…e per finire, ecco il dessert!

Crema pasticcera al marsala

Ingredienti per 4 persone

  • 500 g di latte intero
  • 100 g di zucchero
  • 2 uova
  • 50 g di farina
  • la scorza grattugiata di un limone
  • marsala (meglio se all’uovo)

Scaldate il latte in un pentolino e nel frattempo mescolate le uova con lo zucchero, poi unite la farina e, mescolando, il latte caldo (Utilizzate una frusta per evitare la formazione dei grumi). Mettete sul fuoco il composto e portate ad ebollizione, continuando a mescolare fino a fare “asciugare” la crema a vostro piacimento (in ogni caso, mescolate per almeno un paio di minuti altrimenti non otterrete crema ma brodo…)
Io ho usato questa crema per accompagnare dei biscotti secchi di pastafrolla, ma se gradite potete preparare delle coppette per servirla: in ognuna, foderate il fondo con pezzi di biscotti leggeri (ad esempio, i pavesini), versateci sopra la crema e poi lasciate a riposare in frigorifero per qualche ora.

Scaloppe al marsala

Seconda parte, secondo piatto…

Scaloppe al marsala

Per 2 persone:

  • 200 g di scaloppe di vitello (possibilmente magre e tagliate sottili…se non lo sono, battetele per bene prima di cucinarle)
  • almeno un bicchiere di marsala (io ne ho usati due)
  • qualche cucchiaio di farina per ricoprire le scaloppe
  • prezzemolo tritato fine
  • un po’ burro per il fondo di cottura delle scaloppe

Mettete la farina su un piatto e passateci le fette di carne in modo che risultino completamente ricoperte. Poi fate sciogliere a fuoco lento il burro in una padella antiaderente e quindi mettete la carne infarinata,  facendola cuocere a fuoco vivace, girando le fettine sui due lati finché non diventano dorate (occhio a non esagerare…)
Irrorate le scaloppe con il marsala – sempre a fuoco vivo – e fatelo amalgamare bene con con il sugo della carne che si è formato.
Lasciate rosolare fino al punto di cottura di vostro gradimento per la carne e poi impiattate, versando sulle fette il loro sugo e cospargendo – se vi aggrada – il prezzemolo.

Non è male – secondo me – gustare le scaloppe sorseggiando ciò che rimane del marsala che avete usato per cucinarle…